Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
adattabile

  Catania - Palazzo Biscari
Punti di interesse
Catania - Terme della Rotonda
Catania - Arciconfraternita dei Bianchi
Catania - Pozzo di Gammazita
Catania - Terme di Sant'Antonio
Catania - Terme Achilliane
Catania - Monastero della Santissima Trinità
Catania - Cappella Bonajuto
Catania - Cortile San Pantaleone
Catania - Aeroporto Fontanarossa
Catania - Teatro Greco-Romano
Catania - Odeon
Catania - Anfiteatro Romano
Catania - Terme dell'Indirizzo
Catania - Castello Ursino
Catania - Castello Leucatia
Catania - Cattedrale di Sant'Agata
Catania - Auchan San Giuseppe La Rena
Gravina di Catania - Katanè
Catania - Porte di Catania
Catania - Collegiata
Catania - Chiesa di San Francesco Borgia
Catania - Chiesa di San Benedetto
Catania - Chiesa di San Francesco d'Assisi all'Immacolata
Catania - Chiesa di San Giuliano
Catania - Chiesa di San Nicolò l'Arena
Catania - Chiesa di Santa Maria di Gesù
Catania - Badia di Sant'Agata
Catania - Chiesa di Sant'Agata alla Fornace
Catania - Chiesa di Santa Teresa
Catania - Chiesa di San Michele ai Minoriti
Catania - Chiesa di San Camillo
Catania - Chiesa della Purità
Catania - Chiesa di Sant'Agata al Carcere
Catania - Chiesa di Sant'Agata la Vetere
Catania - Chiesa di Sant'Agata al Borgo
Catania - Chiesa del Santissimo Sacramento al Borgo
Catania - Chiesa di Santa Maria della Guardia
Catania - Chiesa della Santissima Trinità
Catania - Chiesa Santa Maria dell'Aiuto
Catania - Chiesa Santa Maria dell'Indirizzo
Catania - Chiesa di Sant'Agostino
Catania - Chiesa di San Gaetano alle Grotte
Catania - Chiesa di San Domenico
Catania - Chiesa dei Minoritelli
Catania - Chiesa di San Sebastiano
Catania - Chiesa di San Placido
Catania - Faro Biscari
Catania - Pescheria
Catania - Le Ciminiere
Catania - Fontana dell'Elefante
Catania - Fontana dell'Amenano
Catania - Fontana dei Malavoglia
Catania - Fontana di Proserpina
Catania - Fontana dei Sette Canali
Catania - Fontana di piazza Santa Maria di Gesù
Catania - Fontana di Sant'Agata
Catania - Fontana dei Delfini
Catania - Fontana delle Conchiglie
Catania - Fontana di Cerere
Catania - Fontana del centro cittadino
Catania - Villa Bellini
Catania - Villa Pacini
Catania - Orto Botanico
Catania - Parco Gioeni
Catania - Grotta dell'Oliveto Scammacca
Catania - Grotta di Novalucello I
Catania - Grotta della Chiesa
Catania - Grotta Marrano
Sant'Agata li Battiati - Grotta della Leucatìa
Catania - Grotta del Tondo Gioeni
Catania - Grotta Angelo Musco
Catania - Grotta di Novalucello II
Catania - Grotta di Novalucello III
Catania - Grotta Guzzardi
Aci Castello - Grotta Zappalà
Catania - Grotta di San Giovanni
Catania - Grotta Caflisch
Catania - Grotta di Cezza
Catania - Grotta di San Nullo
Catania - Grotta Mario Ciancio
Catania - Grotta Petralia
Catania - Monastero di Santa Chiara
Catania - Monumento a Vincenzo Bellini
Catania - Cavallo di Bronzo
Catania - Museo Belliniano
Catania - Casa-Museo di Giovanni Verga
Catania - Museo Civico
Catania - Casa del Mutilato
Catania - Museo del Giocattolo
Catania - Museo dell'Arte del Carretto Siciliano
Catania - Museo di Mineralogia Paleontologia e Vulcanologia
Catania - Museo di Zoologia
Catania - Lido Plaia
Catania - Amenano
Catania - Fiume Amenano sotto l'Ostello
Catania - Cimitero monumentale
Catania - Meridiana dei Benedettini
Catania - Collegio dei gesuiti
Catania - Monastero Benedettino
Catania - Palazzo degli Elefanti
 
Catania - Palazzo Biscari

Il palazzo dei Principi di Biscari, è legato al ricordo del mecenate della famiglia Ignazio e alla fama del museo che dal 1758 divenne una meta obbligata per i viaggiatori. Ignazio, uno dei più importanti rappresentanti della nobiltà isolana, diede finanche alloggio ai dotti e visitatori prestigiosi che si trovavano a passare da Catania. La sua costruzione ebbe inizio nel 1695, il Senato aveva rilasciato la concessione di costruire sulle mura, perchè Catania fosse abbellita da una gran prospettiva architettonica. Per questa impresa, il principe chiamò l'architetto dei Benedettini Antonino Amato, messinese, il quale disegnò la più estrosa serie di portali che la storia del barocco catanese ricordi; il principe pensò pure all'arredamento coadiuvato dal pittore catanese Vasta. Il Principe provvide con mezzi propri all'ampliamento del Palazzo, in modo tale che lo stesso prevedesse una zona museo. Di questo se ne occupò l'architetto Palazzotto, il quale cercò di dare un volto unitario al progetto che doveva inglobare i portali già esistenti e le strutture del primo settecento. Il museo fu completato nel 1757 e le raccolte si accrebbero con tale ritmo che divenne più ricco di quello dei Benedettini. Il tempo scalfì non poco gli appartamenti nobili superiori, quindi morto il Palazzotto la ristrutturazione venne affidata a Francesco Battaglia, che modificò non poco le vecchie strutture e arredò gli interni con colonne, mensole e vari ornamenti di stile classicheggiante. D'altro canto il principe, durante i suoi viaggi, aveva potuto ammirare l'eleganza dello stile moderno che prediligeva ambienti raccolti e intimi. Nell'appartamento del principe per l'arredo si fece ricorso ai "Boiseries", intarsi e mobilio giunto appositamente dall'Inghilterra, le pareti vennero affrescate da Luigi Mayer. Porcellane orientali e francesi allietavano la stanza detta di "Don Chisciotte". Il Battaglia elaborò pure i disegni per il grande salone, dove si può ammirare l'alcova nobile e al centro il lucernario, ove si possono intravedere l'orchestra e il cupolino. Successivamente furono sistemati il giardinetto e il "quarto di villeggiatura" posto a Nord della terrazza, luogo riservato per assaporare i piaceri della conversazione e godere delle frescure estive. Nell'anno del terremoto di Messina i lavori volgevano al termine; tre anni dopo moriva il mecenate Ignazio e il figlio Vincenzo ereditava, oltre alle numerose ricchezze, anche una mole rilevante di debiti.