Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
adattabile

  Catania - Anfiteatro Romano
Punti di interesse
Catania - Terme della Rotonda
Catania - Arciconfraternita dei Bianchi
Catania - Pozzo di Gammazita
Catania - Terme di Sant'Antonio
Catania - Terme Achilliane
Catania - Monastero della Santissima Trinità
Catania - Cappella Bonajuto
Catania - Cortile San Pantaleone
Catania - Aeroporto Fontanarossa
Catania - Teatro Greco-Romano
Catania - Odeon
Catania - Anfiteatro Romano
Catania - Terme dell'Indirizzo
Catania - Castello Ursino
Catania - Castello Leucatia
Catania - Cattedrale di Sant'Agata
Catania - Auchan San Giuseppe La Rena
Gravina di Catania - Katanè
Catania - Porte di Catania
Catania - Collegiata
Catania - Chiesa di San Francesco Borgia
Catania - Chiesa di San Benedetto
Catania - Chiesa di San Francesco d'Assisi all'Immacolata
Catania - Chiesa di San Giuliano
Catania - Chiesa di San Nicolò l'Arena
Catania - Chiesa di Santa Maria di Gesù
Catania - Badia di Sant'Agata
Catania - Chiesa di Sant'Agata alla Fornace
Catania - Chiesa di Santa Teresa
Catania - Chiesa di San Michele ai Minoriti
Catania - Chiesa di San Camillo
Catania - Chiesa della Purità
Catania - Chiesa di Sant'Agata al Carcere
Catania - Chiesa di Sant'Agata la Vetere
Catania - Chiesa di Sant'Agata al Borgo
Catania - Chiesa del Santissimo Sacramento al Borgo
Catania - Chiesa di Santa Maria della Guardia
Catania - Chiesa della Santissima Trinità
Catania - Chiesa Santa Maria dell'Aiuto
Catania - Chiesa Santa Maria dell'Indirizzo
Catania - Chiesa di Sant'Agostino
Catania - Chiesa di San Gaetano alle Grotte
Catania - Chiesa di San Domenico
Catania - Chiesa dei Minoritelli
Catania - Chiesa di San Sebastiano
Catania - Chiesa di San Placido
Catania - Faro Biscari
Catania - Pescheria
Catania - Le Ciminiere
Catania - Fontana dell'Elefante
Catania - Fontana dell'Amenano
Catania - Fontana dei Malavoglia
Catania - Fontana di Proserpina
Catania - Fontana dei Sette Canali
Catania - Fontana di piazza Santa Maria di Gesù
Catania - Fontana di Sant'Agata
Catania - Fontana dei Delfini
Catania - Fontana delle Conchiglie
Catania - Fontana di Cerere
Catania - Fontana del centro cittadino
Catania - Villa Bellini
Catania - Villa Pacini
Catania - Orto Botanico
Catania - Parco Gioeni
Catania - Grotta dell'Oliveto Scammacca
Catania - Grotta di Novalucello I
Catania - Grotta della Chiesa
Catania - Grotta Marrano
Sant'Agata li Battiati - Grotta della Leucatìa
Catania - Grotta del Tondo Gioeni
Catania - Grotta Angelo Musco
Catania - Grotta di Novalucello II
Catania - Grotta di Novalucello III
Catania - Grotta Guzzardi
Aci Castello - Grotta Zappalà
Catania - Grotta di San Giovanni
Catania - Grotta Caflisch
Catania - Grotta di Cezza
Catania - Grotta di San Nullo
San Gregorio di Catania - Grotta Di Bella
Catania - Grotta Mario Ciancio
Catania - Grotta Petralia
Catania - Monastero di Santa Chiara
Catania - Monumento a Vincenzo Bellini
Catania - Cavallo di Bronzo
Catania - Museo Belliniano
Catania - Casa-Museo di Giovanni Verga
Catania - Museo Civico
Catania - Casa del Mutilato
Catania - Museo del Giocattolo
Catania - Museo dell'Arte del Carretto Siciliano
Catania - Museo di Mineralogia Paleontologia e Vulcanologia
Catania - Museo di Zoologia
Catania - Lido Plaia
Catania - Amenano
Catania - Fiume Amenano sotto l'Ostello
Catania - Cimitero monumentale
Catania - Meridiana dei Benedettini
Catania - Collegio dei gesuiti
Catania - Monastero Benedettino
 
Catania - Anfiteatro Romano

L'anfiteatro di Catania fu costruito nel II secolo, la data precisa è incerta, ma l'architettura fa propendere per l' epoca tra gli imperatori Adriano e Antonino Pio.

Fu uno dei grandi anfiteatri romani; solo il Colosseo e quello di Verona lo superavano. Aveva la pianta di forma ellittica con un diametro maggiore di circa 70 m. ed uno minore di circa 50 m.. Addossato alla vicina collina ne era separato da un corridoio con grandi archi e volte che facevano da sostegno per le gradinate. Era prevista anche una copertura con grandi teli per il riparo dal forte sole o nel caso di pioggia. La cavea presentava 14 gradoni. Venne costruito con la pietra lavica dell'Etna ricoperta da marmi ed aveva trentadue ordini di posti potendo così ospitare più di 15.000 persone. Vi si svolgevano anche le naumachie, vere battaglie navali con navi e combattenti dopo averlo riempito di acqua.

Fu in parte coperto dalla lava del 251; Totila re dei Goti fece usare i materiali per cingere di mura la città e, nell'XI secolo, le sue strutture furono utilizzate da Ruggero II di Sicilia come cava per la costruzione della Cattedrale di Sant'Agata e forse anche del Castello Ursino. Dopo il terremoto del 1693, venne interrato con le macerie per evitare che i suoi cunicoli servissero da nascondigli per i malfattori e poi trasformato in piazza d'armi. Fu in seguito coperto dalla costruzione di nuove case e della Chiesa di Sant'Agata alla Fornace (o di San Biagio). Il principe di Biscari, dato che alcuni visitatori stranieri avevano negato che fosse mai esistito a Catania, impiegò consistenti somme del suo denaro per eseguire degli scavi e in due anni ne portò a giorno un intero corridoio e quattro grandi archi della galleria esterna.

La riscoperta


Nel 1904, durante l'amministrazione De Felice ad opera dell'architetto Filadelfo Fichera, si iniziarono i lavori per riportarlo alla luce. Nel 1907 si svolse la cerimonia di apertura, a cui fu presente anche il re Vittorio Emanuele III. I suoi resti, rappresentanti meno di un quarto dell'intero anfiteatro, sono visitabili dall'ingresso di piazza Stesicoro e da via Colosseo. La restante parte dell'anfiteatro è ancora interrata sotto le zone di Via Neve, Via Manzoni e Via Penninello.

Per molti anni è rimasto chiuso per problemi di sicurezza. Ristrutturato nel 1997, è stato aperto solo durante la stagione estiva e poi richiuso perché le fognature delle case limitrofe scaricavano le acque reflue all'interno dell'anfiteatro. Parzialmente risanato, nel luglio 1999 è stato riaperto al pubblico.