Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
adattabile

 
Possiedi una foto da
inserire in questa pagina?




Punti di interesse
Acireale - Fortezza del Tocco
Acireale - Duomo
Acireale - Chiesa di San Biagio
Acireale - Chiesa di San Domenico
Aci Sant'Antonio - Chiesa di San Michele Arcangelo
Aci Sant'Antonio - Chiesa di San Biagio
Acireale - Basilica dei Santi Pietro e Paolo
Aci Sant'Antonio - Chiesa Madre
Scillichenti
Pozzillo
Stazzo
Santa Caterina
Santa Maria la Scala
Santa Tecla
Acireale - Villa Belvedere
Acireale - Grotta Scannato
Acireale - Grotta di Don Carmelo
Acireale - Grotta delle Palombe
Acireale - Grotta del Presepio
Santa Caterina - Discesa di Via Acqua del Ferro
Acireale - Chiazzette
Acireale - Palazzo San Domenico
Acireale - Porto di Santa Maria La Scala
Acireale - Porto di Santa Tecla
Acireale - Porto di Stazzo
Acireale - Porto di Pozzillo
Acireale - Terme Santa Venera
 
Acireale - Grotta Scannato

Itinerario
Nel centro abitato di Scillichenti, frazione di Acireale, si imbocca la via D'Amico e la si percorre sino al civico 52. Da qui si diparte verso sud la via Sabaudia, una stradella non asfaltata. La grotta si trova ad ovest della strada sotto un antico edificio a più piani, di proprietà Brischetto vedova Russo cui si accede dal n. civico 7 di detta via.

Descrizione
Trattasi di una ampia galleria di scorrimento. L'ingresso, volto a nordovest, misura una decina di metri di larghezza e oltre sei metri di altezza ed è parzialmente occluso da manufatti in pietra e malta. Presso l'entrata della grotta si nota, a ridosso della parete sud, un calcinaio in pietra lavica. Il primo tratto della cavità è ampio circa quindici metri, alto circa sette metri, ha sezione ogivale e si estende per circa quarantacinque metri. Lungo la parete sud si nota un grosso rotolo di lava del diametro di un metro e mezzo. La grotta continua in direzione nordest, ad un livello di un metro più alto, con una galleria dalla volta bassa che presenta diverse ramificazioni. Quelle più ampie si aprono verso nord e vi si notano piccoli rotoli di lava addossati alle pareti e rare stalattiti da rifusione. Il pavimento si presenta notevolmente rimaneggiato nel primo tratto della cavità; nel secondo tratto è di lava a superficie unita, parzialmente coperta da uno strato di fango. Si notano alcune radici pendenti dalla volta.