Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
adattabile

 
Possiedi una foto da
inserire in questa pagina?




Punti di interesse
Sant'Alfio - Chiesa del Calvario
Sant'Alfio - Duomo
Mascali - Grotta Forcato
Sant'Alfio - Grotta Fiamingo
Linguaglossa - Grotta del Porcospino
Piedimonte Etneo - Grotta di Monte Stornello
Piedimonte Etneo - Grotta del Fumo
Piedimonte Etneo - Grotta Nicodemo
Linguaglossa - Grotta di Piano Porcaria
Linguaglossa - Grotta delle Monache
Sant'Alfio - Grotta Crateri 1928 I
Sant'Alfio - Grotta Crateri 1928 II
Sant'Alfio - Grotta Crateri 1928 III
Mascali - Grotta d'Azzaro
Mascali - Grotta di Scorciavacca I
Mascali - Grotta di Scorciavacca II
Mascali - Grotta delle Spine
Linguaglossa - Grotta del Nonno
Sant'Alfio - Castagno dei Cento Cavalli
Sant'Alfio - Castagno di Sant'Agata
Etna - Crateri del 1928
 
Mascali - Grotta Forcato

Itinerario
Si percorra la carrozzabile che da Presa, frazione di Piedimonte Etneo, porta a Montargano. A 1650 m da Presa la strada taglia perpendicolarmente un braccio di lava nel quale è contenuta la grotta. L'ingresso si trova una trentina di metri a valle della strada.

Descrizione
Trattasi di una galleria di scorrimento lavico. Si penetra nella cavità attraverso una apertura nella volta formatasi in seguito ad un crollo, ed è necessaria in questo punto una scaletta di 5 m. Ai piedi della verticale si trova un imponente cumulo di detriti costituito da pietre, ossa e carogne di animali, il tutto rivestito da uno spesso strato di muschi. La grotta consiste in un'unica galleria con orientamento estovest ed una lunghezza di circa 40 m. Il tratto di galleria ad ovest dell'ingresso è lungo circa 20 m ed ha una sezione ad arco ogivale che va gradatamente restringendosi sino al fondo. In questo tratto la grotta è ben conservata, sulle pareti si osservano molte grosse lamine di lava; sulla volta si osservano stalattiti da rifusione che si vanno infittendo verso il fondo. Il pavimento di lava a superficie unita nel tratto terminale presenta formazione di corde. Questo tratto è inoltre caratterizzato da una intensa percolazione che alimenta piccole pozzanghere.