Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Registrati Dimenticata la password?
adattabile

  Randazzo - Grotta del Burrò
Punti di interesse
Randazzo - Grotta del Burrò
Maletto - Grotta delle Vanette
Maletto - Grotta del Cernaro
Maletto - Grotta di Monte Guardirazzi
Maletto - Grotta di Monte Conca
Randazzo - Grotta di Monte Spagnolo
Maletto - Grotta del Farmacista
Maletto - Grotta del Nespolo
Lago Gurrida
Etna - Monte Spagnolo
Etna - Rifugio Monte Spagnolo
Etna - Monte Maletto
Etna - Rifugio di Monte Maletto
 
Randazzo - Grotta del Burrò

Itinerario
Da Randazzo salire lungo la carreggiabile che conduce alla caserma forestale di Monte Spagnolo. Giunti a q 1300, nelle vicinanze di M. Pi- luso, qualche decina di metri prima di entrare in terreno demaniale, conviene abbandonare la carreggiabile e proseguire scendendo leggermente di quota in direzione ovestsudovest, attraverso antiche lave adibite a pascolo. Non esiste un sentiero che porti alla grotta. Essa dista dalla carreggiabile poco più di 50 m ma non è facile trovarla perchè l'ingresso non è visibile da lontano ed il paesaggio è piuttosto uniforme. La cavità si apre sul fondo di una depressione ellittica con pareti scoscese, dove si insedia una folta vegetazione. L'ingresso è costituito da tre aperture delle quali quella centrale è più ampia e agevole.

Descrizione
Trattasi di un'ampia galleria di scorrimento, lunga oltre 200 m e con notevole pendenza specialmente nel tratto iniziale. Il pavimento è di grandi blocchi di crollo e scorie laviche grossolane; a metà della galleria vi è una zona fangosa dove l'abbondante percolamento dà luogo a larghe pozzanghere. La volta è quasi sempre più alta di 3 m con numerose lamine distaccate. Le pareti in qualche tratto mostrano delle rigature orizzontali e dei cordoni. A metà della grotta trovasi una piccola sala situata ad un livello superiore e facilmente accessibile. Riteniamo che questa sala si sia formata durante lo svuotamento della galleria principale per il distaccarsi dalla parete occidentale di una grande lamina che si è piegata verso l'interno della cavità appoggiandosi alla parete opposta. Nel tratto terminale la galleria si divide in due gallerie più piccole e parallele che si ricongiungono più a valle. Quella di destra è più larga, quella di sinistra è più angusta e con pavimento fangoso. La grotta termina con una piccola sala dalla forma irregolare.