Logo Splash Sicilia
Sicilia
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
adattabile

 
Possiedi una foto da
inserire in questa pagina?




Punti di interesse
Militello Rosmarino - Castello Normanno
San Marco d'Alunzio - Castello Normanno
Terranova - Torre Cuffari
 
Militello Rosmarino - Castello Normanno

Nella parte più alta del promontorio in cui è situato l'abitato di Militello Rosmarino, si ergeva un tempo un Castello fortificato, di cui oggi rimangono alcuni resti, in particolare l'arco d'ingresso e parte della cinta muraria.
Nonostante la consistenza dei crolli, tali resti architettonici sovrastano ancor oggi il centro storico di Militello, costituendone un punto di riferimento visivo ed un elemento d'identificazione per il paese.
Nonostante il suo abbandono, infatti – avvenuto intorno al 1860, che decretò la progressiva distruzione delle strutture – il sito del Castello è rimasto negli anni un luogo d'identità storica per gli abitanti, che nei primi anni del Novecento vi costruirono anche una piccola chiesa di culto.
Restano tra l'altro, intorno al perimetro fortificato, interessanti tracce dell'antico insediamento extra moenia, come un baglio e piccole abitazioni, che avrebbe dato poi vita all'attuale abitato di Militello Rosmarino.
Il riconoscimento del valore urbano e storico dei resti del Castello può costituire oggi un punto di forza per consolidare l'identità del paese, dando vita ad iniziative culturali come l'entrata nel "circuito" di Salvalarte Sicilia 2007.
Ma alle iniziative di valorizzazione e denuncia dello stato di conservazione del sito come questa, si auspica seguano concreti interventi di salvaguardia del sito, come il proseguimento degli scavi per la liberazione dei materiali di crollo e la messa in luce di piccole parti dell'originario impianto planimetrico.
Oltre alle poche strutture in elevato superstiti all'interno della cinta muraria, infatti, resta ancora da scoprire il tracciato dell'impianto urbano dell'insediamento fortificato, di cui restano poche descrizioni degli storici, e certamente leggibile sotto gli strati di materiale di crollo che attualmente impediscono la lettura storica ed architettonica del sito.
Il restauro del Castello e del suo intorno, punto strategico sulla valle del Rosmarino, consentirebbe la riscoperta del sito come luogo culturale di aggregazione e di memoria storica.